venerdì 24 dicembre 2010

sarah, yara e nicole. invece no

Qualunque cosa ci sia scritta qua sotto rispecchia il mio pensiero risalente alla data dell’articolo. per sapere cosa ne penso ora, puoi scrivermi una mail a rpinotti92@gmail.com

Ieri, bazzicando su Corriere.it, mi imbatto nella seguente notizia:
Il caso - La studentessa ha fatto perdere le tracce assieme ad una amica marocchina. Nicole scomparsa da 5 giorni, giallo a Vercelli. Ha quindici anni. Decine di compagni di scuola si organizzano per cercarla.

E subito penso: uau un altro caso Yara o Sarah.
Continuiamo a leggere:
MILANO - Con oggi sono cinque. È da cinque giorni che di Nicole Donis, 15 anni, di Vercelli, si sono perse le tracce. «Vado a vedere se Fatima ha bisogno di aiuto perché l'hanno cacciata di casa» ha annunciato sabato sera a suo nonno Gianni e al padre Stefano. «Erano le otto e venti» ricordano loro. «Ha preso delle brioche e dei biscotti da portare a quella sua amica, è uscita e non ne abbiamo saputo più nulla...». Fatima Dermouni è una coetanea di Nicole, marocchina, che più volte in passato ha cercato di allontanarsi dalla famiglia vercellese con la quale vive (non è la sua) e che da sabato sera, come Nicole, è scomparsa.
La domanda sorge spontanea: perché si preoccupano solo di Nicole? E Fatima poveretta?
Ah ma è marocchina. Ditelo prima.
Un mio amico ha una sua teoria:
E' senza dubbio un mega-asso nella manica la marocchina: non appena troveranno il corpo dell'italiana potranno accusare lei di omicidio, e soltanto dopo averla cazziata scopriranno che lei in realtà intratteneva un lesbo-rapporto con l'amica; rapporto di cui lo zio finto-integralista musulmano era a conoscenza e con cui aveva ricattato la nipote: o lei acconsentiva allo zio nel fare ripetutamente il ballo della Conga (immorale per l'Islam), oppure quest'ultimo avrebbe detto tutto al papà vero-integralista che di conseguenza avrebbe sotterrata viva la povera marocchina...

Tratto dal libro 'Come sfondare il 42,5% di Share in un pomeriggio' scritto a 28 mani da Barbara D'Urso, Bruno Vespa e dalle redazioni del Tg1 e di Studio Aperto
Peccato che le abbiano già ritrovate:


Vespa e la D'Urso aveva già pronta una mega puntata speciale. Sarah per la prossima volta.
Per rimediare pare che Vespa abbia già costruito il plastico della caverna di Betlemme e la D'Urso abbia l'intervista esclusiva del mostro di Betlemme: Re Erode.
E pare addirittura che l'insetto abbia già ricostruito la storia del massacro:
Secondo la narrazione vespasiana, Gesù scampò alla strage in quanto Crepet avvisò in sogno Giuseppe, ordinandogli di fuggire in Egitto; solo dopo la morte di Erode Giuseppe tornò indietro, stabilendosi in Galilea, a Nazaret.