venerdì 5 novembre 2010

Che onore /2

In principio era l'iPad
(Gv 1,1)
Poi vennero i collettivi.
Per ultimo BergamoNews che, ancora una volta, ha pubblicato un mio articoletto.
Ma forse è meglio chiarire le cose.

Rettifiche, errori, cazzi e mazzi.
1) Roberto Pinotti non è Dsas e non è nemmeno il suo portavoce. Dsas è composta da una cinquantina di studenti e non vedo perché io debba rappresentarli. Ho già chiesto scusa al gruppo per averlo tirato in ballo nel mio articolo sulle riunioni del 30 e del 31. Sono mie considerazione e quindì non c'è bisogno di prendersela con Dsas, prendetevela con me.
2) Roberto Pinotti Blog non è l'organo ufficiale di Dsas. Quello è il giornale Intervallo.
3) Nei commenti a BergamoNews devo segnalare alcune inesattezze:
- c.c. scrive: "Questo articolo è allucinante. Prendere la versione di una sola persona (comunque tesserata IDV, non di estrema destra) e metterla come seconda notizia."
 Io non sono tesserato Idv. Se c.c. possiede la mia ipotetica tessera che me la porti.
Non vorrei essere tesserato a mia insaputa, mi basta già essere fascista.
- Poz scrive: "Dico solo una cosa:la mobilitazione studentesca bergamasca si è avviata alla grande e non sarà sicuramente un qualsiasi Roberto Pinotti (che tra l'altro da dove salta fuori??)a dire che c'è tensione tra collettivi! Ma voi di bg news perchè credete a sto qui?chi è? vi paga?".
Sono uno studente del Liceo Lussana che vive a Dalmine. Sono entrato in Dsas a inzio settembre. Sono saltato fuori da solo, non mi servono certo partiti e/o sindacati.
Io non pago BergamoNews, ci mancherebbe altro.
- PRENDO ASSOLUTAMENTE LE DISTANZE E LA PARTENITA' del commento numero 18.
NON sono io quel Roberto Pinotti.
- Paolo scrive: "La mobilitazione è stata indetta per il 17 novembre da tutti i collettivi. I motivi per cui dsas non ha partecipato sono molteplici e dire che il blocco comunista ha impedito ai democraticissimi studenti di dsas di non partecipare perchè fascisti è una grandissima falsità, chi c'è stato e chi ha due rotelle che gli girano nel cervello lo capisce."
Non è mai stato detto "perché fascisti", ma "perché non di sinistra".
- lettoredeluso scrive:"a Bergamonews lo sa che [...] Dsas rientra nel movimento studentesco?".
Dsas NON rietra assolutamente nel Movimento Studentesco.
- Risposta ai numerosi commenti: Dsas non è apolitico, ma apartitico.
- Riconosco che l'articolo non è chiaro ad un lettore non già informato sui fatti.
La dettagliata cronoca dei fatti sarà presto disponibile.
Sulla grammatica e la sintassi rivolgetevi alla mia voglia di studiare e ai miei professori di italiano.
4) Mi è stato chiesto di fare una rettifica, cioè di togliere Cgil tra coloro che hanno accusato Dsas.
Io ho aggiunto Cgil perché non ho mai capito la posizione di Diego (che io affettuosamente chiamo Merdoliva). Ora l'ho capita: Cgil non centra nulla.
5) Mi è stato riferito, dall'unica persona che è venuta a parlarmi in faccia (e per questo lo stimo), che il Csa Pacì Paciana non è comunista. Ne prendo atto, anche se resto dell'idea contraria.
6) I numerosi Anonimi che hanno affollato il mio articolo sulle riunione del 30 e del 31 hanno qualcosa da dire, e dato che non son fascista è giusto riportare le loro rimostranze:
- Secondo loro Movimento Studentesco non è riconducibile a Rifondazione Comunista.
Io resto dell'idea che lo sia.
- Anonimo scrive: "Dsas,come sostenuto da voi stessi,è nato anche per sostituire il movimento studentesco,in quanto fanno una campagna politica che a dsas non piace."
Dsas non è nato per sostituire il Movimento Studentesco.
E vorrei sapere a chi è riconducibile quel "voi".
- Anonimo scrive: "roberto stai facendo tutta sta fatica per ottenre visibilità di fronte al capo supremo di DSAS, che guarda caso è lo stesso che vi ha ficcato in questo casino."
Io non voglio "ottenere visibilità di fronte al capo supremo di DSAS". Inanzitutto perché Dsas non ha un capo supremo, inoltre perché non mi servirebbe una eventuale "visibilità" nei suoi confronti.
- MM_ scrive: "Comunque, prova ad aprire un po' gli occhi e rifletti su quello che hai scritto. Essere leghista non vuol dire essere razzista ? Forse no, ma di certo xenofobo si. Come giustificheresti altrimenti tutte le dichiarazioni della lega ? E se uno si dice leghista, dovrebbe trovarsi d'accordo. E dalla xenofobia al razzismo, tante volte ci vuole davvero poco."
Come ho già commentato di seguito all'articolo in questione, "alcuni elettori della Lega e del Pdl non sono come i loro eletti, lo so perché ci ho parlato".
- MM_ scrive: "A DSAS non è stato proibito di partecipare all'assemblea di domenica, avete scelto voi di non venire. E far saltare una mobilitazione studentesca pacifica e già organizzata si, è da fascisti. Senza alcuna motivazione valida, tralaltro. "
Dsas non ha fatto saltare alcuna "mobilitazione studentesca pacifica".
Per info: Las Attivo.
- Chiara scrive: "dsas non viene più riconosciuto principalmente per un motivo:"
a) "il suo direttore(ovvero colui il quale si è presentato solo a tutte le riunioni proposte ai ragazzi del giornalino, vedi tutte quelle per liberi libri)ama intrattenersi telefonicamente con tale "beppe", agente della digos, parlando del più e del meno; a volte lo incontra anche fuori: tutti abbiamo potuto vederlo al corteo dell'8 discorrere con amabilmente con un agente."
ATTENZIONE: Alfredo parla con un agente. Roba da criminali.
Eppoi Dsas è una cosa, Intervallo è un'altra. E quest'ultimo, per questioni tecniche, necessita di un direttore.
b) "E NON PRENDIAMOCI IN GIRO SULLE CROCI DISEGNATE SUL QUEL QUADERNETTO LE HAI FATTE APPOSTA, NON SO SE PERCHE' SEI FASCISTA O PER PROVOCAZIONE"
Nessuna delle due. Domani farò un articolo su questa questione.
- PAolo scrive: "qui NON si parla di SINISTRA parlamentare, non si parla di falce e martello, non si parla di stalin. l'assemblea del 31 si è trovata per fare POLITICA,cosa che presuppone un'ANALISI e una PRATICA. come puoi basare un'analisi politica senza schierarti politicamente, e non intendo con d'alema o con fini. qua non hai capito che a noi la politica parlamentare e i politicanti di mestiere buoni solo a tenersi la poltroncina ci fanno cagare. quando si parla di sinistra noi ci riferiamo a idee più 'alte'. credo che i problemi si risolvano dal 'basso', gli sfruttati contro i padroni.ti faccio un esempio. "
Finalmente una risposta seria. La condivido. Purtroppo nei due giorni (30 e 31 ottobre) non avevo recepito questo messaggio.
- sami scrive: "ribadisco siete proprio ridicoli non ammettete le vostre colpe sopratutto tu pinotti che con quel tono ironico ma nello stesso tempo arrogante fai incazzare la gente cazzo".
Questo è e sarà il mio tono, mi diverte. Che vi piaccia o no.
- Daniele Tarolla scrive "in 23 commenti siamo riusciti a passare dai disegni di croci celtiche fatte apposta per provocare(e che invece di essere ignorate sono state sagacemente vietate)".
Non l'ho fatta per provocare. E non mi è stata "sagacemente vietata".
- Daniele Tarolla scrive: "Per quanto riguarda la telefonata ‘infame’ alla Digos spero non ci sia davvero così tanto da infiammarsi per vari ‘boicottaggi da fascisti’: in primis quando Alfredo chiamava, all’Artistico c’era già la polizia locale; in secundis non ci trovo nulla di male a parlare con agenti della Digos, soprattutto dato che non ha sputtanato nessuno e tenendo in conto che molti dello schieramento Prc-Cgil-MovStud c’avevano già parlato per altre manifestazioni; e soprattutto Alfredo si è scusato per aver contattato la Questura a nome di un Collettivo, dato che un esterno di DSAS non doveva rappresentarlo in quel momento, visto che DSAS stesso non deve influenzare i collettivi, ma solo dargli la spinta per nascere."
Quoto, tranne le scuse di Alfredo. Anche perché se uno non ha nulla da nascondere non vedo perché non debba parlare con la Digos. Sembra la criptonite per Superman o Voldemort per Hogwarts.
7) In merito all'articolo pubblicato su BergamoNews ci tengo a precisare che
mi è stato chiesto, da uno dei giornalisti della testata online, cosa stesse succedendo tra Dsas e Movimento Studentesco. Io gli ho mandato il mio articolo.
Non il contrario.
8) Gli epiteti come "stronzo", "conigli", "sbruffoni", "fascisti", "idiota" e "coglioni" non mi interessano. Sono il pirmo ad usarli. Affettuosamente, si capisce.
9) Le accuse ad Alfredo, sopratutto nei commenti Anonimi, fatele direttamente a lui.
10) Mi piacerebbe che se qualcuno avesse qualcosa da obiettare nei miei confronti lo facesse non da Anonimo o per conto di altri.

Questo è tutto, almeno credo.
Alla prossima, stronzi.

9 commenti:

  1. Ho alcune domande:

    Innanzitutto, so che hai scritto che ne parlerei nel tuo prossimo articolo, ma vorrei sapere perchè hai disegnato quelle croci celtiche: per ora rimango dell'idea che l'hai fatto per vedere la reazione dei presenti. In secundis è stata Paola Miglietta a dirmi che durante l'assemblea al pacì hai avuto una breve discussione in cui ti avevano chiesto espressamente di non disegnarle, ma magari ho capito male io, cosa possibilissima. Vorrei chiudere la questione 'croce' lasciando comunque intendere che disegnarle per me non è per nulla un atto grave, visto che è soltanto un simbolo, altrimenti se si volesse essere coerenti con sé stessi bisognerebbe distruggere un bel po' di tombe celtiche che sono patrimonio storico e così pure varie opere artistiche o archeologiche indù che portano la svastica.

    Riguardo Alfredo grande comunicatore in quota Digos: Alfredo stesso si è scusato NON per aver 'parlato alla Digos', altra azione per nulla grave, ma per aver 'parlato alla Digos per conto del collettivo dell'Artistico' cosa che non avrebbe dovuto fare in quanto non è compito di un membro del collettivo DSAS rappresentare un altro collettivo e quindi influenzarlo. E questo concetto l'ha ribadito Alfredo, e io son d'accordo con lui.

    Grazie comunque per esserti letto tutta la mega-solfa che avevo scritto su un tuo precedente articolo.
    Daniele Tarolla

    RispondiElimina
  2. 1) Ripeto e ribadisco che era schizzi su un quadernetto. Non ho disegnato una croce celtica grande come una casa. Era un disegnino in un angolo e intorno ho disegnato altre robe.
    2)Alfredo ha chiamato la digos perché la sua ragazza, facente parte del Las Attivo, gli ha chiesto un favore. Non si possono fare favori?
    Inoltre l'ha chiamata come Alfredo, non come membro di Dsas o direttore di Intervallo.

    RispondiElimina
  3. 1)Va bene.

    2)Non va bene. O meglio, certo che i favori si possono fare; ma ci sarà un motivo se Alfrdo ha chiesto scusa, ed è semplicemente perchè ha parlato alla Digos a nome del Collettivo pur non facendone parte, e i collettivi dovrebbero prendere le loro scelte indipendentemente e a seguito delle votazione nelle loro assemblee. Questo indipendentemente dal fatto che Alfredo stesse parlando come direttore di Intervallo, come membro DSAS o come santissima Trinità. So che sembra una stupidaggine, ma queste, a meno che io non abbia capito male (cosa possibilissima) sono le 'regole' dei collettivi; più che altro questo 'errore', che fra l'altro non ha portato nessunissima conseguenza, è stato un vizio di forma, nulla di più.

    Con ossequi,
    Daniele Tarolla

    RispondiElimina
  4. Non è che se Alfredo ha chiesto scusa allora vuol dire che ha sbagliato. Per me non ha sbagliato perché, continuo a ripetere, non vedo che male c'è a fare un favore e sopratutto a chiamare la Digos.

    RispondiElimina
  5. Va bene, per te non è sbagliato, e neanche per me lo è chiamare la Digos; secondo me invece (e penso anche secondo Alfredo) è sbagliato parlare a chicchessia a nome di un'associazione non propria nel caso in cui si vada contro una delle regole dell'associazione stessa. Non dico che sia un peccato capitale, ma un piccolo vizio di forma, indipendentemente dalla 'componente Digos'.

    Poi va beh, su questa piccolezza la penseremo diversamente, ma non mi sembra che sia un gran problema...

    RispondiElimina
  6. Il problema è che è nato tutto da questa cosa.

    RispondiElimina
  7. Esatto, è stato il Movimento a ingigantire tutta la questione della chiamata aggiungendo particolari inesistenti ad un fatto che che non era mica la fine del mondo...Ora sta a loro capire che 'l'infamata' in realtà non è mai esistita e che nessuno vuole sostituirsi al Movimento, anche se, basandomi sui vari articoli usciti su BgNews e dalle varie dichiarazioni che ho sentito, temo non ci sia una gran voglia di riappacificazione tra Mov. e DSAS...

    RispondiElimina
  8. Io penso che l'abbiano fatto per il motivo che il giornalista ha sottolineato alla fine dell'articolo su "Perché Dsas è oltre", e cioè: "Insomma, il clima è teso. Anche perché Dsas, nato da pochi mesi, sta raccogliendo molti simpatizzanti tra gli studenti delle scuole superiori. Un successo che il Movimento studentesco non vede di buon occhio."

    RispondiElimina
  9. Io sono dubbioso...Cioè, che il Movimento abbia sempre malvisto un giornale indipendente e non di sinistra sin dalla nascita è un dato di fatto, e penso che Chiara Fornoni e l'Olmo ce lo possano confermare. Poi il fatto che DSAS si sia interessato alla creazione di Collettivi apartitici e non di sinistra non deve essergli andato molto a genio. Aggiungi poi la telefonata che Alfredo ha fatto alla Digos (cosa normalissima per noi, un abominio per loro) e il nostro diniego al riconoscersi interamente nelle loro idee politiche...Va beh, non vorrei essere precipitoso ma facendo la somma di tutti questi fatti sembra che la parte finale dell'articolo sia vera, ed in effetti non è che quelli del Mov. ci abbiano risposto nel merito se non negando tali affermazioni...Boh spero rispondano...Domani ci saranno anche loro alla riunione dalla CGIL?

    RispondiElimina